Impresa Minieri S.p.A.

vesuvioLa storia dell’Impresa A. Minieri SpA ha radici lontane; prende le sue mosse già nel 1875, allorquando l’imprenditore napoletano Eduardo Minieri fece domanda di concessione per l’appalto dei Bagni di Telese.

Dopo lunghe ed estenuanti trattative fu raggiunto l’accordo e fu siglato il contratto di appalto il 10 dicembre 1877 che di fatto, costituisce l’atto di nascita della Ditta Minieri.

 

Nel giro di pochi anni furono realizzate opere ed interventi che trasformarono il volto arcaico degli stabilimenti termali che furono battezzati: “Grandi stabilimenti Balneari di Telese“. Negli anni venti funzionavano a pieno ritmo ben otto stabilimenti.

Il grande padiglione era “il sito più ricreativo ed ameno del vasto parco; qui confluivano i bagnanti, prima e dopo il bagno, deliziandosi all’ombra della larga tenda, dei concerti di una graziosa orchestrina e dei giocondi gorgheggi di spiritose canzonettiste e comici esilaranti, mentre floride acquafrescaie in costume del paese (le pacchiane) offrivano l’acqua attinta alla sorgente destinata solo ad uso bibita”.

fine-800

 

Successivamente si provvedeva alla realizzazione di un impianto per l’imbottigliamento dell’acqua minerale “Telese” ed alla sua commercializzazione principalmente in ambito regionale, con una sedemanifesto-low distributiva in Napoli non mancando però, di esportare il prodotto anche nei lontani Stati Uniti d’America.

L’acqua minerale “Telese” in quegli anni veniva premiata con diplomi e medaglie d’oro a Parigi,  Biarritz, Perugia,  Bologna,  Roma e Napoli.

Da un manifesto dell’epoca (anni 20’) “L’acqua minerale Telese è una bibita salutare e viene prescritta per la guarigione delle malattie dello stomaco, dell’apparecchio intestinale, respiratorio, genito-urinario, dell’anemia, per le alterazioni nutritive a fondo astenico etc.